Iniziare con le piante in modo semplice: 5 consigli pratici

Se pensi di essere un pollice nero, ecco per te qualche semplice suggerimento per iniziare a far crescere le piante in casa tua.

Siete da poco tornati dalle vacanze e vi state rituffando nella vostra routine quotidiana? Dopo un periodo di relax estivo, settembre è il periodo in cui riprendono le attività che ci accompagneranno durante il periodo invernale. Quale momento migliore per iniziare una nuova abitudine, che vi appaghi con piccole azioni quotidiane, come la cura delle piante.

Se siete convinti di avere il pollice nero e pensate di non riuscire a coltivare nulla, non vi preoccupate, abbiamo raccolto qui alcuni punti che vi aiuteranno ad avvicinarvi al mondo della botanica casalinga e chi lo sa, cambiare magari il colore del vostro pollice.

La scelta delle piante

Scegliere la pianta giusta è la parte più importante per chi non ha dimestichezza con la coltivazione. Non fatevi prendere dalla pancia in questa decisione, ma tenete presente il vostro obiettivo, veder crescere e far star bene la pianta, non tutte le piante sono adatte a voi, alla vostra casa o più semplicemente al vostro livello di esperienza. Abbandonate l’idea di iniziare con piante rare o delicate, anche se siete temerari!

Iniziate con qualcosa di semplice, sarà il motore della vostra autostima!

Non lasciatevi scoraggiare dai normali errori che fanno tutti all’inizio. Sicuramente dovrete sacrificare qualche pianta per riuscire a prendere dimestichezza con l’argomento. Iniziate quindi con delle piante resistenti, facilmente adattabili o che necessito di poche cure in modo da ricevere con più facilità dei riscontri positivi. Qui, vi proporremmo 3 nuove piante, che sono perfette anche nella pulizia dell’aria.

Dracena

Semplice da accudire e di molto effetto. Abbiamo scelto per voi la versione Lemon Lime, caratterizzata da diverse colorazioni di verde brillante. Altezza: 70 cm, diametro 17 cm

Spatifillo

Adatta a soggiorno e bagno, semplice da curare. Molto d’effetto grazie ai suoi fiori bianchi. Vaso 18cm.

Falangio

Detta anche pianta ragno, si adatta conmoltafacilità a tutti gli ambienti. Facilissima da propagare vi permetterà di arredare con molta semplicità. In vaso sopeso di ceramica

Abbiamo palato anche di altre piante semplici e resistenti, qui!

Annotare

Il modo migliore per vedere i vostri progressi è annotarli. Sopratutto all’inizio, per capire la periodicità di innaffiattura e concimazione, necessiterete di un diario dove appuntare le vostre lavorazioni periodiche e i progressi che avvengono sulle vostre piante. Troverete sia versioni cartacee che digitali per il vostro diario. Vi proponiamo qui una versione che abbiamo utilizzato noi all’inizio della nostra esperienza.

Diario delle piante

Adatto per annotare i progressi e le periodicità delle tue piante da interno. Grazie alle strutture delle diverse pagine vi risulterà semplice appuntarvi tutto ciò che vi serve per diventare degli esperti!

Condizioni ambientali

Altro punto fondamentale è l’incremento del proprio spirito analitico, acquisire consapevolezza con le condizioni dell’ambiente dove andremo a inserire le nostre piante. Iniziate a comprendere le condizioni ambientali generali leggendo con attenzione i segnali che ci lanciano, foglie gialle, parti secche, foglie caduche. Non scordatevi che le piante sono esseri viventi e non oggetti decorativi!

Dovrete valutare un punto della casa dove quella pianta riceve la luce e le condizioni ambientali che necessita. Visti i risultati potrete decidere di aver trovato la posizione giusta o di doverla spostare. Potreste trovare delle soluzioni creative e pratiche alla mancanza di luce, come l’uso di lampade led o l’applicazione di specchi decorativi. Ecco qui sotto una soluzione con un alto valore decorativo che vi consigliamo.

SPECCHI ADESIVI

36 specchi adesivi di forma esagonale, facili da applicare e da rimuovere. Aumenteranno la luce della vostra stanza con stile.

Innaffiare

L’innaffiatura è una delle parti più importanti per entrare in sintonia con le vostre piante e iniziare a comprendere le loro esigenze. Dovrete infatti capire la giusta quantità d’acqua che necessitano, evitando di far seccare troppo il terreno o di causare delle marciture alle radici. Per questo vi sono molte tecniche pratiche, evitate che vi siano ristagni o accumuli d’acqua, osservando il terreno tastandolo con le dita. Per i più pigri vi proponiamo una soluzione tecnologica.

Floor Tester Bluetooth

Monitora automaticamente i livelli di umidità, luce, fertilità del suolo e Temperatura. Potrete controllare il. tutto da un’app per iOS e Android

Concimare

Non scordatevi che le piante hanno bisogno di nutrimenti oltre che ad acqua. Per questo informatevi sul concime più adatto alle piante e iniziate a stabilire una routine. Non scordatevi  dopo l’acquisto di una nuova pianta di far trascorrere un periodo di adattamento prima di concimarla, perché sicuramente il vivaio dove l’avete acquistata si sarà occupato dei nutrimenti, per predisporre la pianta alla vendita nel miglior modo. In ogni caso procedete con la concimazione tenendo presente che il periodo vegetativo estivo necessita di maggior nutrimento, ma durante l’inverno in ogni caso le nostre piante hanno condizioni simili all’interno delle abitazioni.

Conclusioni

Ora avete tutti i consigli per iniziare e stabilire una vostra routine con le piante. Vi consigliamo inoltre di iniziare con un minimo di 3 piante di diverse dimensioni ed esigenza, in modo da capire con  quale entrate più in  sintonia. Osservate e modificate una variante alla volta: acqua, luce, concime.

Voi che pensate? Che soluzioni applicate? Se avete suggerimenti o volete comunicare con noi, contattateci sui nostri social su Facebook e Instagram.

Grazie della lettura e buon giardinaggio in casa!