Vasi autoirriganti: 4 idee originali per coltivare senza stress.

Stai per andare in viaggio? Sei un botanico alle prime armi? I vasi auto-irriganti sono ideali per irrigare le tue piante in autonomia.

A molti di noi piacciono le piante, ma non riescono a coltivarle e spesso si scoraggiano facilmente. Per questo è importante sapere che le piante hanno necessità di cure periodiche, ma non devono per forza appesantire la nostra routine. Fortunatamente in commercio stanno nascendo soluzioni che ci aiutano a entrare nel mondo delle piante, senza aumentare i nostri impegni quotidiani. Iniziamo parlandovi dei vasi autoirriganti, ideali per i principianti o per chi parte per le vacanze. Se siete inesperti e volete avvicinarvi al mondo della botanica, vi consigliamo di leggere Piante d’effetto per iniziare, resistenti e semplici.

Sicuramente questi vasi non risolvono il problema dell’innaffiatura, ma sono un grande aiuto nel regolare e ridurre la sua periodicità. Sono uno strumento risolutore per chi è alle prime armi o è spesso fuori casa, magari per una vacanza.  Inoltre i vasi autoirriganti non necessitano di sottovaso e si armonizzano maggiormente con gli arredi delle nostre case, diventando degli elementi distintivi. Vi descriveremo qui di seguito il funzionamento e le caratteristiche di alcuni vasi autoirriganti che abbiamo selezionato per voi.

Come funzionano i vasi autoirriganti

Guarda il prodotto su Amazon.

Il principio di funzionamento dei vasi è molto semplice e intuitivo. Inizialmente la pianta viene rinvasata in un contenitore con fori per il drenaggio e fondo rialzato. In seguito nella fase di rinvaso, le radici vengono appoggiate su una base di materiale drenante (come argilla espansa, ciottoli o lapillo) e poi ricoperte di terriccio.

Guarda il prodotto su Amazon.

Infine, questo vaso viene inserito in un “serbatoio coprivaso” che possiede uno spazio dove immagazzinare l’acqua. L’annaffiatura avviene direttamente nel serbatoio e l’acqua non è a diretto contatto con il terreno ma risale per capillarità, grazie a una corda inserita nel terriccio. Perciò questa, uscendo dai fori di drenaggio del vaso, è immersa nel serbatoio, dal quale pesca l’acqua.

Allo stesso tempo, evitando l’innaffiatura dall’alto si spinge la pianta a prolungare le radici verso la base del vaso. Grazie alla regolazione e al monitoraggio dell’umidità del terriccio, si eviterà il soffocamento delle radici e la conseguente marcitura. 

Inoltre, sono presenti molti vasi con varianti di forma o accessori, che ci aiutano a comprendere il livello di acqua nel serbatoio. Quindi abbiamo cercato per voi su Amazon alcune soluzioni particolari e interessanti.

Per chi ama le piante ma non lo sa

Adatto a chi è alle prime armi o amante della funzionalità estrema.

I vasi autoirriganti Lechuza sono sicuramente tra i più diffusi nel mercato italiano. In particolare, la loro caratteristica è la funzionalità. Oltre al materiale drenante la confezione include un pratico indicatore del livello dell’acqua, la corda per irrigare, il vaso e il coprivaso. Sono inoltre presenti soluzioni per l’interno e l’esterno di differenti forme e dimensioni, realizzati in plastica con diverse texture e colori.

Vaso in Resina per Piante

Il vaso è disponibile in diversi colori e dimensioni. Nella confezione troverete tutto il necessario per il rinvaso e il montaggio delle vostre piante.

Per chi ama il design nordico

Adatto a chi ha un gusto moderno e sofisticato.

Eva Solo è un brand con più di 100 di esperienza nella creazione di accessori per la casa, che riesce a unire funzionalità e forme moderne, perfettamente in linea con i canoni del design danese.
In particolare, la versione autoirrigante di Eva Solo è adatta a dare un tocco sofisticato ai nostri ambienti, senza eccedere in soluzioni stravaganti, mantenendo le caratteristiche funzionali dei vasi autoirriganti.

EVA SOLO – Vaso da Fiori Autoirrigante

Soluzione sofisticata ed elegante, disponibile in varianti di colore. Il vaso è in ceramica. Diametro 13 cm.

Per chi ha una vena ironica

Adatto ai più piccoli o per chi ama prendere la vita con leggerezza.

Avete mai pensato di far crescere una pianta in un tronco abitato da un simpatico scoiattolo?
Una soluzione che sicuramente vi farà strappare un sorriso è quella proposta da Qualy, specializzato nella rielaborazione ironica di oggetti di uso quotidiano. Il piccolo scoiattolo ha la funzione di indicare il livello del serbatoio, mentre il foro per l’irrigazione ha una forma di ramo tagliato.

LOG & SQUIRREL

Vaso per piante autoirrigante. Ha vinto numerosi premi nel mondo del design. Dimensioni: 125 x 145 x 135 mm

Per chi ama le grandi piante

Adatto a chi ama il minimalismo e la modernità, ma sopratutto le piante molto grandi.

Una soluzione molto interssante per le piante di una certa dimensione, è quella che propone Hobby Flower con il suo vaso autoirrigante con diametro di 40 cm. Questo brand con sede a Barcellona ha numerose collaborazioni con designer spagnoli specializzati nella progettazione di complementi d’arredo.

Hobby Flower Ice – Vaso con Sistema di Autoirrigazione

Moltissimi colori per una soluzione minimal e molto funzionale. Indicato per piante molto grandi. Diametro 40 cm

Conclusioni

Allora non resta che provare un vaso autoirrigante, soluzione ideale per i principianti o per chi parte per le vacanze. Se non avete trovato quello più adatto a voi tra i nostri consigli, la rete è piena di suggerimenti e soluzioni. In aggiunta puoi addirittura creare da solo il tuo vaso autoirrigante. Se sei interessato alle istruzioni o a farci delle altre domande, contattaci direttamente su Facebook o Instagram. Saremo lieti di fornirti maggiori informazioni.