Cura delle nostre piante in casa a maggio

Cinque facili operazioni per la cura delle nostre piante in casa a maggio, quando iniziano a spuntare nuove foglie e fiori.

Siamo ormai in primavera inoltrata. Per i più esperti, alcuni di questi lavori sono sicuramente già stati fatti da qualche settimana, ma non è troppo tardi per la cura delle nostre piante in casa a maggio. Infatti la fase vegetativa è appena iniziata e le temperature non sono ancora troppo elevate. Abbiamo poi da poco spento i termosifoni e stiamo iniziando ad aprire maggiormente le finestre, facendo così acclimatare le piante. Il nostro compito è quello di prepararle all’esplosione di vitalità estiva. Ecco un semplice elenco di azioni di giardinaggio in casa, durante il mese di maggio.

Pulire le foglie 

Un’operazione che sembra banale ma è fondamentale per la salute delle nostre piante, sopratutto dopo la stagione invernale, in cui la polvere si annida nelle nostre case. Consigliamo di pulire le foglie con cura e delicatezza utilizzando un panno morbido inumidito d’acqua. In questo modo permetteremo alle piante di perdere l’opacità accumulata durante l’inverno, ritrovando i loro colori naturali e brillanti.

Togliendo la polvere faciliterete l’assorbimento di luce e umidità, essenziali per la loro salute. Limiterete anche la prolificazione di parassiti e muffe, che si nutrono di questo materiale organico accumulato.

Potete trovare un approfondimento nell’articolo “Perché pulire le foglie delle nostre piante“.

Potare fiori, foglie e chiOme

Le piante hanno già iniziato la loro fase vegetativa, anche se è solo all’inizio. Possiamo quindi ancora dare loro uno sprint alla crescita, risolvendo problemi legati alla forma della loro chioma o eliminando rami e foglie secche. Una buona potatura favorirà uno sviluppo compatto e folto nei mesi estivi. È importante fare attenzione a quanto e come tagliamo la nostra pianta, soprattutto se è di tipo floreale o ha già qualche anno. Fortunatamente le piante da interno sono molto resistenti, quindi potete sperimentare con tranquillità, ma senza esagerare!

Abbiamo racchiuso qualche indicazione e consiglio nell’articolo “Potare le piante da interno: foglie, fiori e chioma“.

CESOIE DI PRECISIONE

Ideali per togliere le parti secche dalle foglie e potare i rami più piccoli e giovani.

€ 19,41

rinvasare le piante

Se le vostre piante necessitano di essere rinvasate, maggio è un buon momento. L’operazione sarà fatta in base alla tipologia e necessità, al massimo ogni anno o due. Nel caso vediate uscire le radici dai fori inferiori dei vasi, forse la vostra pianta vi sta dicendo che il vaso è un pò stretto.

Procedete scegliendo vaso e terricci adatti alla pianta che state rinvasando. Vi consigliamo di usare un terriccio di qualità per dare subito nutrimento alle radici e aggiungere sabbia o lapillo per favorirne il drenaggio. In commercio troverete la miscela più adatta alla vostra pianta, per composizione e nutrienti disciolti.

Per quanto riguarda la scelta del vaso, vi consigliamo di sceglierne uno di una misura maggiore o al massimo due. In ogni caso meglio non esagerare con l’incremento delle dimensioni, perché l’elevata quantità di terriccio, potrebbe causare ristagni d’acqua, potenzialmente nocivi alle radici. Assicuratevi infine di avere dell’argilla espansa o dei ciottoli, inserendone 2 -3 cm nella base interna del vaso. In questo modo aiuterete maggiormente il drenaggio ed eviterete che le radici marciscano per eccessivo contatto con l’acqua.

Vaso auto-irrigante

Per aiutare a prenderci cura delle nostre piante, il vaso auto-irrigante permette di mantenere un’irrigazione costante per un periodo prolungato, in base alle necessità della pianta. Ha un comodo visualizzatore che indica il livello dell’acqua rimanente. Questo vaso funge anche da coprivaso! Diametro: 28 cm, ma ne esistono anche di altre dimensioni.

€ 28,50

Concimare il terriccio

In preparazione alla stagione estiva è necessario aumentare la frequenza delle concimazioni, perché le nostre piante hanno bisogno di maggiore energia, a causa della loro esplosione vegetativa. Scegliete dunque un concime adatto alla tipologia di pianta da trattare, meglio se di natura biologica. Questo tipo di concime infatti è meno nocivo per la qualità dell’aria in casa e per le nostre piante. In ogni caso controllate sempre che sia adatto per l’utilizzo in ambienti interni.

Concime Biologico

Perfetto per le nostre piante da interno si propone di essere al 100% biologico e vegano. Il contenitore da 1 litro permette di concimare molte piante per molto tempo.

€ 13,95

spostare i vasi

In questo periodo le giornate si allungano e i raggi solari stanno cambiando sia intensità che direzione. Noterete quindi che alcune piante sono più esposte alla luce e altre meno, rispetto ai mesi invernali. Per questo i raggi diretti potrebbero causare vere proprie ustioni alle foglie di alcune piante particolarmente sensibili. È importante evitarlo, prendetevi quindi qualche minuto per riorganizzate la disposizione dei vasi, valutando la necessità di luce. Nel giro di qualche settimana vi accorgete se le piante sono felici nella loro nuova posizione!

Lampada per coltivare, a basso consumo

Se hai una casa poco luminosa, puoi coltivare le tue piante sostituendo le lampadine con delle Growing lamps! Ecco qui un esempio, a basso consumo, con luce bianca e attacco E27, comune in tutte le nostre case.

€ 29,50 – 15 w
€ 24,99 – 29 w
€ 39,99 – 36 w

conclusioni

Questi semplici consigli di cura delle piante in casa a maggio serviranno a preparale all’esplosione vegetativa estiva, donando loro maggior vigore e rinforzandone le chiome. Potete compiere queste operazioni una alla volta o nell’ordine con il quale le abbiamo descritte.
Buon lavoro!